domenica 31 ottobre 2010

Lui, Loro, Noi e la gnocca


In che  situazione ci siamo cacciati-un paese bloccato su fatti che con la politica, l’economia, l’energia, la disoccupazione, gli investimenti, l’ambiente, la cultura, insomma l’interesse nazionale  non centrano nulla, ma proprio nulla. Al centro degli interessi della nazione, e posta  la casta dei numerosissimi ,  pagatissimi, politici, pluri nominati a presiedere  cariche Pubbliche spesso in conflitto su altre, sempre da loro presidiate.. E’ un guaio grosso questo. Tra le pieghe della carta costituzionale si sono insinuate leggi e regolamenti che nel tempo hanno prodotto questo perdita di energie, di serietà istituzionale, di rappresentanza autentica dello stato. E’ il gioco delle parti spinto all’eccesso, al “tanto se non lo faccio io lo fanno gli avversari” o per tentare di avere le stesse opportunità, gli stessi privilegi della parte avversa. E noi tutti a guardare e leggere scene e fatti che ci vengono raccontate ogni giorno dai telegiornali e giornali, a ridere, a fare spallucce,
come se in ufficio,  con i conoscenti, fossimo perennemente  al bar dello sport, davanti ad un bianchino, a sganasciarsi sui fatti piccanti veri o presunti  causati ora da abuso di viagra ora da abuso di potere, di faccia tosta, della  buona fede delle persone oneste, dei lavoratori, degli artigiani e degli imprenditori, (es. Caso Ruby- Libero.. Ci risiamo con la gnocca- Fltri : Beato silvio che ce la fa, ma sia più prudente). La paura di molti e che attualmente  non vi sia un gruppo politico pronto ed organizzato  tale da sostituire al governo del paese quello in carica e forse è anche vero, ma per altri quello attuale  va bene così come è, il resto è tutta invidia. Certo che il giorno che questa classe politica  lasciasse  orfani tutti noi, osservatori  esteri compreso , ci  mancherà terribilmente.  Non vedremo più sfrecciare le loro auto blu dai finestrini degli autobus su cui stiamo viaggiando schiacciati come sardine, non li sentiremo più parlare nella bellissima neolingua (l’utilizzatore finale di Escort-Suggerimenti alla Rai sul Santoro, etc),  e non sentiremo più parlare delle leggi ad personam (40 cica) che  alla fine ci faceva pure piacere sentirle, tanto erano così stratosfericamente  incredibili e sfacciate. A tutto ciò però assistono anche  quelli che non ridono per nulla, che perdono il lavoro, la casa, la scuola, i figli, la dignità, la salute,la  carità praticata, l’umanità sentita sulla pelle, nell’anima. Il mistero  sulle motivazioni per cui noi abbiamo votato questo governo e chi lo presiede  al grido, “ ha atto grande il Milan, farà grande anche l’Italia”, ci tormenterà l’intelletto per molto tempo a venire.  Dico noi, per quelli che come me riescono a vivere ancora quasi normalmente e tutte le sere guarda la tivù davanti ad una minestra calda, a noi,  chi ci racconterà le barzellette del Premier sulle donne, sugli ebrei, che ci facevano tanto scompisciare dalle risate? Chi ci narrerà quegli episodi delle mille e una notte da raccontare ai nostri figli per farli addormentare ? Non potremo più  indicarlo come esempio vivente di rettitudine politica e morale  nella vita, …..e quella volta che aveva fatto le corna nella foto con i capi di stato, che buontempone, … e la richiesta fatta al Primo Ministro Albanese di inviarci le belle ragazze dall’Albania? Miii … che ridere,  e quando aveva chiesto una Ford escort di vent’anni  e gli hanno portato una ragazza di 23 a Palazzo Grazioli….che fortunato, che “tombeur de femmes”!  Ma poi, …sta crisi e  questi disoccupati  esistono veramente?

3 commenti:

  1. genius padanus1 novembre 2010 11:13

    cazzarola...... adesso ho capito perchè bondi sta ad arcore!!!! Il carolAder aveva chiesto un cabriolet per rilassarsi con un po' di bunga bunga...... ahahahahahahah

    RispondiElimina
  2. e' tanto che ci penso ma piu' passa il tempo e piu' me ne convinco per me il nano e' gay e combina tutti questi casini con le donne, solo per mascherare la sua vera natura. pensateci bene, tutte dicono che non hanno concluso nulla e allora? cari fascistoidi berluscones rassegnatevi

    RispondiElimina
  3. che tristezza! Non mi sento rappresentata da un "vecchio" come Lui. Condivido l'analisi e mi chiedo: perchè? Noi, persone oneste che alla sera siamo stanche della giornata e andiamo a dormire per lavorare il giorno dopo, ci meriteremmo una classe dirigente morigerata, attenta ai bisogni del Paese. Ci ritroviamo in un lupanare!

    RispondiElimina